campi

4 campo: il pagliaio prende forma

Seguiti dal naturalista e cultore delle tradizioni popolari Antonio Spinnato, i ragazzi del 4° campo hanno fatto ritorno al pagliaio per coadiuvare gli operai nella pulizia e nel posizionamento delle travi che costituiranno l’ossatura del tetto. Queste, appositamente scortecciate, sono state innalzate e collegate dall’architrave (“u vastasu”, in lingua siciliana). L’attimo del suo fissaggio ha segnato un piccolo momento di svolta e la materializzazione di un traguardo che, ancorchè non definitivo, incoraggia ad andare avanti con il lavoro.

Oggi un nuovo passo: l’inizio della copertura con materiale vegetale locale nel pieno rispetto della tradizione.

Uno degli obiettivi fissati, quello della realizzazione di un centro visite capace di dare conto del modo in cui il mondo agro-pastorale interagiva con l’ambiente naturale, si avvicina a grandi passi.

La giornata è stata allietata dalla visita dei componenti del PAF (Palermo Anima Folk), in visita nelle Madonie per assistere ai Raduni del Folklore che si sono svolti in questi giorni fra Castellana, Polizzi e Petralia Sottana. Terminati i lavori è il momento di mettersi tutti in posa, con la gradita presenza del Presidente del Parco delle Madonie Angelo Pizzuto, convinto sostenitore delle attività de “Il Grifone”, e scattare una foto tutti insieme. Poi inizia una tipica festa campestre in pieno stile madonita.

Iniziato il 4 campo: realizzazione di percorsi con indicazioni in Braille

Nell’ambito del 4′ campo di Internazionale di Volontariato organizzato dal Circolo Legambiente Francesco Lojacono, all’interno del progetto “Il Grifone”, i volontari sono impegnati nella costruzione della sentieristica in linguaggio Braille e nella continuazione dei lavori al pagghiaru di Antonio Spinnato a Castellana Sicula!!!

3° Campo: uno sguardo all’archeologia

La Soprintendenza dei beni culturali e ambientali di Palermo, con la collaborazione del Comune di Castellana Sicula, dell’archeologo Angelo Castrorao Barba e dei volontari del terzo campo di volontariato internazionale del progetto “Il Grifone”, sta effettuando dei lavori di ripulitura del sito archeologico tardo antico (V secolo) di contrada Muratore a Castellana Sicula.
Un lavoro delicato e affascinante che permetterà loro di scoprire un sito rilevante all’interno del panorama archeologico siciliano. L’area, infatti, sorge nel Parco delle Madonie su una direttrice, quella est-ovest, particolarmente importante nell’antichità come via di traffici e commerci. All’interno, tre aree principali: un grande ambiente, di cui è stato riportato alla luce una parte del perimetro murale, che doveva fungere probabilmente da complesso termale; una zona destinata alla conservazione di anfore e vasellame; la zona degli ipogei funerari con la presenza di tombe a fossa scavate nella roccia.
La varietà degli ambienti rendono prezioso il sito e interrogano sulla sua funzione. Con grande probabilità si doveva trattare di un insediamento abbastanza florido, inserito in un contesto di fattorie, e contenente una villa. Il suo utilizzo si interruppe, a un certo punto, per eventi traumatici: prova ne siano il probabile crollo del tetto di copertura del magazzino delle anfore (connotato anche da segni di bruciature) e il ritrovamento di un “tesoretto” di monete del V secolo che, forse, il proprietario aveva cercato di nascondere.
Le pietre narrano storie sulle Madonie e i ragazzi del progetto “Il Grifone” stanno imparando a conoscerle.
 
Per tutti coloro che avessero interesse a saperne di più, l’appuntamento è in c.da Muratore – Castellana Sicula (PA) il 12 agosto 2016 alle ore 17.00. In programma la visita al Museo Archeologico e all’area con l’archeologo Castrorao Barba, dove saranno presentati i lavori di pulitura effettuati.
 
Il progetto “Il Grifone” ”, del circolo Legambiente F. Lojacono, è finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Partner del progetto sono: Ce.S.Vo.P., Comune di Petralia Sottana, Comune di Castellana Sicula, Soprintendenza dei Beni culturali e ambientali di Palermo, Parco delle Madonie.

 

invitogrifone

Intanto per maggiori informazioni potete consultare il notiziario della soprintendenza dedicato al sito di Contrada Muratore

Il progetto “Il Grifone” ”, del circolo Legambiente F. Lojacono, è finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Giovenù e del Servizio Civile Nazionale. Partner del progetto sono: Ce.S.Vo.P., Comune di Petralia Sottana, Comune di Castellana Sicula, Soprintendenza dei Beni culturali e ambientali di Palermo, Parco delle Madonie.

Pozza per gli Anfibi

Nell’ambito del progetto “IL GRIFONE” del CIRCOLO LEGAMBIENTE FRANCESCO LOJACONO, durante l’attività del 2° CAMPO DI VOLONTARIATO LEGAMBIENTE, in un terreno privato presso Castellana Sicula, è stato realizzato un invaso artificiale al fine di favorire la riproduzione degli anfibi anuri presenti all’interno del territorio Madonita. Il progetto ha previsto lo scavo di una pozza della profondità massima di 1 metro in cui sono state ripiantumate specie vegetali di ambienti umidi utili a ricreare un’ambiente idoneo alla riproduzione di questi animali. Quello che ci si aspetta è che nel breve tempo, questa pozza, possa essere colonizzata da un significativo numero di specie vegetali e animali sia invertebrati che vertebrati e nello specifico possa aiutare, nella stagione idonea, la riproduzione delle specie anfibie segnalate nel territorio come la rana verde, il rospo comune, il discoglosso dipinto e la raganella.

… e dopo tante giornata di impegno ed entusiasmo, la pozza è stata ultimata. Bravi tutti!!!

La Spirale delle Piante Aromatiche

Nel 2° e 3° campo i VOLONTARI LEGAMBIENTE del progetto “IL GRIFONE” organizzato dal CIRCOLO LEGAMBIENTE FRANCESCO LOJACONO sono stati impegnati, anche, nella realizzazione della spirale delle piante aromatiche.